Batterie ricaricabili non durano niente: forse non le stai caricando nel modo giusto

Quante volte, alla ricerca di batterie AA o AAA ricaricabili, frughiamo nei cassetti e non riusciamo mai a trovare batterie cariche o quando le installiamo, le batterie durano pochi giorni e poi si fermano.

Molti miei conoscenti, acquistano batterie stilo ricaricabili, pensando giustamente di risparmiare rispetto alle normali stilo usa e getta, ma poi si perdono in un elemento fondamentale.

Il caricabatterie

Già, normalmente quando vado a casa di qualcuno e vedo con cosa carica le proprie batterie vedo:

1) caricabatterie trovato nel Dash

2) caricabatterie della Duracell acquistato da suo nonno in epoca medievale

3) caricabatterie?

Ecco, dovete sapere che non tutti i caricabatterie sono uguali. Soprattutto vi è una caratteristica fondamentale che differenza i caricabatteria dai i non caricabatteria:

La misurazione della resistenza interna della batteria

Carico, infilo e deve funzionare

Si perché spesso, inseriamo nei nostri gadget più di una batteria stilo. Normalmente le carichiamo insieme e diamo per scontato che entrambe siano cariche allo stesso modo, ma ovviamente non è così!

Ogni batteria ha vita propria e soprattutto, quando la usiamo insieme ad altre, le performance del nostro apparato verranno condizionate dalla peggiore delle batterie inserite.

Così, se su 4, abbiamo anche solo 1 cella infame, il nostro gadget funzionerà male o addirittura non funzionerà!

Si, grazie dello spiegone, ma qual è la tua soluzione?

Semplice, investire 30€ e prendersi un caricabatterie serio come questo.

(scusate l’immagine di cacca ma quando l’ho scattata non stavo pensando a scriverci un articolo)

Cosa ha di particolare?

1) misura la resistenza interna di ciascuna batteria

2) permette di caricare le batterie a diversi amperaggi (utile per far fare cicli lenti a batterie del piffero)

3) permette di ricaricare le batterie singolarmente (normalmente i caricabatterie da pochi euro caricano solo le batterie in coppia)

4) può effettuare una scarica (veloce) prima di caricare la batteria effettuando quindi un test di bontà della batteria stesso

Tornando alla foto sopra: vedete bene che ho 4 batterie AA ricaricabili dell’ikea. Tutte e 4 sembrano perfette alla vista, ma una, ha una resistenza molto più bassa delle altre. Morale? È da buttare 🙂

Quindi, se come me, avete parecchie batterie in casa, non ricaricate ad cazzum, acquistate un caricabatterie sensato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The maximum upload file size: 30 MB.
You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, archive, code, other.
Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded.