Pasqua 2020: la risurrezione del Asus EEEPC 701

Dopo il tentativo con la Fonera, ci riprovo anche con l’Asus EEEPC 701. Un oggettino davvero spettacolare per l’epoca (2007 n.d.r.)

l’attuale stato del mio EEEPC 701

Parliamo di un netbook, forse il primo netbook della storia: un portatile con un bel Celeron-M da 900MHz, 512MB di RAM, 4GB di SSD, SDCARD, Ethernet e Wifi!

E come potevo sfruttarlo se non con OpenWRT?!

I passi sono molto semplici:
1) scaricare l’immagine per x86 generic di OpenWRT
2) scaricare il driver della scheda di rete atl2
3) scrivere l’immagine scaricata dal punto 1) con balenaEtcher su una SDCARD (ho riesumato una SDCARD da 2GB per l’occasione, considerate che per OpenWRT basterebbe qualche MB)
4) infilare il driver scaricato dal punto 2) sulla SDCARD in una cartella a vostra scelta
5) bootare l’EEEPC dalla SDCARD e una volta avviato OpenWRT installare il driver della scheda di rete con il comando “opkg install $pathdeldriver

E questo sarà il risultato:

Vi starete chiedendo: perchè mai fare una roba del genere? Non facevi prima a prenderti un bel router giallo su amazon?

agevolo immagine del router giallo

Molto semplice: mi spiace buttare soldi, quando ho dell’hardware fermo e inutilizzato che potrebbe essere ancora utile.

Questo EEEPC ha ancora una batteria funzionante, quindi viene gratuito il concetto di gruppo di continuità. Ha una CPU ben superiore a qualsiasi router di fascia bassa, ram e storage pressochè infinite.

Oltre all’hardware, con tutto questo spazio su disco, posso far girare OpenVPN per tutta la rete e anche un bel Qos over Nftables per limitare il consumo di banda ad oggetti della mia rete che non se lo meritano (ricordo che io sono connesso ad internet con una bellissima connessione 4G). Tutto ciò sulla mia povera Fonera non era applicabile per ovvi limiti hardware.

Inoltre, ho scoperto anche questo bel progettino opensource, YAMon, che consente di monitorare il consumo di banda dei vostri gadget attaccati alla rete domestica: un vero gioiellino.

YAMon al lavoro

One thought on “Pasqua 2020: la risurrezione del Asus EEEPC 701

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The maximum upload file size: 30 MB.
You can upload: image, audio, video, document, spreadsheet, interactive, text, archive, code, other.
Links to YouTube, Facebook, Twitter and other services inserted in the comment text will be automatically embedded.